QUESTO SITO UTILIZZA ALCUNI 'COOKIE': VUOI SAPERNE DI PIU'?   

Entra

e cerca i bandi più giusti per le tue esigenze

Username
Password

Non hai ancora l'accesso?

Perso password?

I MAGGIORI PROGRAMMI EUROPEI

 

 

Nome

Programma per l’ambiente e l’azione per il clima LIFE (2014-2020)

Descrizione

Il Programma LIFE 2014-2020 sostiene progetti europei relativi all’ambientale.
Gli obiettivi:
1. contribuire al passaggio a un’economia efficiente in termini di risorse, con minori emissioni di carbonio e resiliente ai cambiamenti climatici, contribuire alla protezione e al miglioramento della qualità dell’ambiente e all’interruzione e inversione del processo di perdita di biodiversità;
2. migliorare lo sviluppo, l’attuazione e l’applicazione della politica e della legislazione ambientale e climatica dell’Unione;
3. sostenere la governance ambientale a tutti i livelli, compresa una maggiore partecipazione della società civile, delle ONG e degli attori locali.

Il programma è suddiviso a sua volta in due sottoprogrammi:
1. AMBIENTE;
2. CLIMA.

Beneficiari

I soggetti beneficiari sono tutti gli enti pubblici e privati, organizzazioni non profit e qualsiasi soggetto giuridico che opera nel campo dell’ambiente.

Nome

Europa per i cittadini

Descrizione

Il Programma Europa per i Cittadini 2014-2020 intende avvicinare i cittadini europei all’Unione. Gli obiettivi generali sono due:
1. contribuire alla comprensione, da parte dei cittadini, della storia dell’Unione Europea e della diversità culturale che la caratterizza;
2. promuovere la cittadinanza europea e migliorare le condizioni per la partecipazione civica democratica a livello di Unione.

Il programma è diviso in due “sottoprogrammi”:
1. MEMORIA EUROPEA;
2. IMPEGNO DEMOCRATICO E PARTECIPAZIONE CIVICA, suddiviso a sua volta in tre differenti bandi:
2.a “Gemellaggio fra città”;
2.b “Reti di Città”;
2.c “Progetti della Società Civile”.

Beneficiari

In linea generale sono ammissibili tutti i soggetti interessati a promuovere la cittadinanza e l’integrazione europee, in particolare enti e organizzazioni locali e regionali, tra cui: comitati di gemellaggio, centri di ricerca sulle politiche pubbliche europee, organizzazioni della società civile (incluse le associazioni di reduci), organizzazioni per la cultura, la gioventù, l’istruzione e la ricerca e in generale.

Nome

Programma per l’occupazione e l’innovazione sociale (EASI)

Descrizione

Il programma per l’occupazione e l’innovazione sociale (EaSI), gestito direttamente dalla Commissione europea, ha l’obiettivo di sostenere l’occupazione, la politica sociale e la mobilità del lavoro in tutta l’UE. Il tema cardine del programma è concetto di innovazione sociale, orientato in particolare ai giovani.
Il programma persegue i seguenti obiettivi generali:
1. rafforzare l’adesione degli attori politici a tutti i livelli e realizzare azioni concrete, coordinate e innovative sia a livello di Unione che a livello degli Stati membri, per quanto riguarda gli obiettivi dell’Unione nei settori dell’occupazione e dell’innovazione sociale, in stretta collaborazione con le parti sociali, le organizzazioni della società civile e gli organismi pubblici e privati;
2. sostenere lo sviluppo di sistemi di protezione sociale e mercati del lavoro adeguati, accessibili ed efficienti e facilitare le riforme, nei settori dell’occupazione e dell’innovazione sociale, in particolare promuovendo il lavoro dignitoso e adeguate condizioni di lavoro, la cultura della prevenzione per la salute e la sicurezza sul luogo di lavoro, un equilibrio più sano tra vita professionale e vita privata, il buon governo per gli obiettivi sociali, compresa la convergenza, nonché l’apprendimento reciproco e l’innovazione sociale;
3. assicurare che il diritto dell’Unione sulle questioni relative ai settori dell’occupazione e dell’innovazione sociale sia applicato in modo efficace e, se necessario, contribuire alla modernizzazione del diritto dell’Unione in linea con i principi del lavoro dignitoso e in considerazione dei principi della regolamentazione intelligente;
4. promuovere la mobilità geografica volontaria dei lavoratori su base equa e accrescere le possibilità di impiego sviluppando mercati del lavoro nell’Unione di alta qualità e inclusivi, aperti e accessibili a tutti, rispettando al contempo i diritti dei lavoratori in tutta l’Unione, compresa la libertà di circolazione;
5. promuovere l’occupazione e l’inclusione sociale, migliorando la disponibilità e l’accessibilità della microfinanza per le persone vulnerabili che desiderano avviare una microimpresa e per le microimprese già operanti, e facilitando l’accesso ai finanziamenti per le imprese sociali.
Il programma è articolato in due differenti assi, ciascuno con obiettivi e modalità specifiche:

Beneficiari

Per l’Asse Progress: tutti gli organismi, gli operatori e le istituzioni del settore sia pubblico che privato. Per l’Asse Eures: amministrazioni nazionali, regionali e locali, i servizi per l’impiego e le organizzazioni delle parti sociali e di altre parti interessate. Per Asse Microfinanziamenti e imprenditoria sociale: enti pubblici o privati che concedono microcredito.

Nome

Europa creativa

Descrizione

Europa Creativa è un programma quadro dedicato al settore culturale e creativo.

Essa ha 2 obiettivi generali:

  • promuovere e salvaguardare la diversità linguistiche e culturale europea;
  • rafforzare la competitività del settore culturale e creativo per promuovere una crescita economica intelligente, sostenibile e inclusiva.

Europa Creativa è composto da due sottoprogrammi:

  • Sottoprogramma Cultura;
  • Sottoprogramma MEDIA.

A questi due sottoprogrammi se ne aggiunge un terzo intersettoriale.

Beneficiari

Possono partecipare tutti gli operatori (pubblici e privati) del settore culturale e creativo che sono legalmente costituiti in uno dei paesi partecipanti al Programma Europa Creativa da almeno 2 anni.

Nome

Diritti, uguaglianza e cittadinanza

Descrizione

Il programma ha l’obiettivo di rafforzare l’eguaglianza e i diritti delle persone, così come intesi dai Trattati, dalla Carta dei diritti fondamentali dell’UE e dalle convenzioni sui diritti umani a livello internazionale.

Gli obiettivi del programma sono tre:

  • promuovere i diritti del bambino;
  • tutelare i principi di non discriminazione (di qualsiasi genere, di razza od origine etnica, religione, convinzioni personali, disabilità, età o orientamento sessuale);
  • sviluppare la parità di genere (progetti per combattere la violenza contro donne e bambini).

Beneficiari

Tutti gli organismi e le entità pubbliche e private.

Nome

ERASMUS +

Descrizione

Il programma Erasmus+ è il principale strumento europeo nell’ambito dell’istruzione e la formazione a tutti i livelli, delle politiche giovanili (in particolare nel contesto dell’apprendimento non formale e informale) e dello sport (in particolare quello praticato a livello amatoriale).

Erasmus è suddiviso in 4 differenti sottoprogrammi:

  • KA1. Mobilità individuale a fini di apprendimento: in questo ambito, vengono supportate attività quali mobilità individuale per l’apprendimento; mobilità dello Staff (in particolare docenti, leader scolastici, operatori giovanili); mobilità per studenti dell’istruzione superiore e dell’istruzione e formazione professionale; garanzia per i prestiti; master congiunti; scambi di giovani e Servizio Volontario Europeo.
  • KA2. Cooperazione per l’innovazione e le buone pratiche: è possibile presentare progetti quali partenariati strategici tra organismi dei settori educazione/ formazione o gioventù e altri attori rilevanti; partenariati su larga scala tra istituti di istruzione e formazione e il mondo del lavoro; piattaforme informatiche: gemellaggi elettronici fra scuole eTwinning: portale europeo per i giovani settore Gioventù; portale per l’educazione degli adulti; alleanze per la conoscenza e per le abilità settoriali e cooperazione con paesi terzi e paesi di vicinato.
  • KA3 - Riforma delle politiche: sostegno all’agenda UE in tema di istruzione, formazione e gioventù mediante il metodo del coordinamento aperto, iniziative di prospetto, strumenti EU per il riconoscimento, disseminazione e valorizzazione, dialogo politico con stakeholders, Paesi terzi e organizzazioni internazionali.
  • Attività Jean Monnet: moduli, cattedre, centri di eccellenza accademici per intensificare la formazione negli studi sull’integrazione europea rappresentati in un curriculum ufficiale di un’istituzione di istruzione superiore, nonché per svolgere, monitorare e sorvegliare la ricerca sull’argomento UE, anche per altri livelli di istruzione come la formazione degli insegnanti e la scuola dell’obbligo; sostegno al dibatto politico con il mondo accademico, attraverso iniziative, conferenze etc.
  • Sport: partenariati di collaborazione possono presentare progetti allo scopo di combattere il doping nello sport di base, soprattutto in ambienti ricreativi ed amatoriali, di sostenere la prevenzione e la sensibilizzazione nella lotta contro le partite truccate, nonché approcci innovativi per contenere la violenza e fronteggiare il razzismo e l’intolleranza nello sport.

Beneficiari

In linea generale, possono candidarsi per richiedere finanziamenti tutti gli organismi pubblici o privati, attivi nei settori dell’istruzione, della formazione, della gioventù e dello sport di base. Nell’ambito delle azioni per la gioventù possono partecipare anche gruppi formali o informali di giovani.

Nome

HORIZON 2020

Descrizione

Horizon2020 è il principale programma europeo dedicato alla ricerca e all’innovazione.
In particolare i finanziamenti si concentrano nei seguenti settori:

  • salute, cambiamento demografico e benessere;
  • sicurezza alimentare, agricoltura sostenibile e bio-economia;
  • energia sicura, pulita ed efficiente;
  • trasporto intelligente, integrato e pulito;
  • azioni per il clima, l’efficienza delle risorse e delle materie prime;
  • Europa in un mondo in fase di cambiamento;
  • società sicure innovative, sicure e inclusive.

Beneficiari

Dipendono dagli obiettivi e dai singoli bandi. Quasi tutti gli enti pubblici e privati sono solitamente eleggibili.

Nome

Interreg CENTRAL EUROPE

Descrizione

Central Europe è uno dei programmi della politica di coesione dell'Unione Europea: l’obiettivo generale è quello di facilitare la cooperazione tra i paesi, al fine di rafforzare l'innovazione regionale, promuovere strategie di bassa emissione di carbonio, proteggere e valorizzare le risorse naturali e culturali e migliorare i collegamenti di trasporto sostenibili.
Gli assi prioritari di finanziamento sono i seguenti:

  • Cooperazione all’innovazione per rendere la regione di Central Europe più competitiva;
  • Cooperazione per strategie low-carbon in area CENTRAL EUROPE;
  • Cooperazione sui temi delle risorse naturali e culturale per una crescita sostenibile nella regione di Central Europe;

Cooperazione sul tema di trasporti per meglio connettere le regioni di Central Europe.

Non tutti i Paesi europei possono partecipare al programma. Per l’Italia sono ammissibili solo: Emilia-Romagna, Friuli Venezia Giulia, Liguria, Lombardia, Piemonte, Provincia Autonoma di Bolzano, Provincia Autonoma di Trento, Valle d'Aosta e Veneto.
Sono inoltre coinvolti i Paesi: Austria, Croazia, Repubblica Ceca, Ungheria, Polonia, Slovacchia, Slovenia e Germania.

Beneficiari

A livello generale, sono ammissibili i seguenti soggetti:
- enti pubblici e loro associazioni;
- soggetti privati, tra cui aziende;
- organizzazioni internazionali.

Nome

Interreg MED

Descrizione ed obiettivi

Il programma Mediterranean (abbreviato in genere in MED) intende supportare i Paesi nelle sfide internazionali come ad esempio lo sviluppo di un’economia a basse emissioni, la tutela delle risorse naturali e culturali e il rafforzamento dell'innovazione.
L'obiettivo principale del Programma MED è quello di promuovere la crescita sostenibile nell'area del Mediterraneo, favorendo concetti e pratiche innovative e un uso ragionevole delle risorse e sostenendo l'integrazione sociale attraverso un approccio di cooperazione integrato a base territoriale.

Non tutti i Paesi europei possono parteciparvi. Per l’Italia sono ammissibili tutte le regioni, ad eccezione del Trentino-Alto Adige.
Gli altri Paesi coinvolti sono: Albania, Cypro, Montenegro, Grecia, Francia, Spagna, Portogallo, Slovenia, Croazia, Bosnia Erzegovina, Malta e Regno Unito (solo Gibilterra).

Beneficiari

A livello generale, sono ammissibili i seguenti soggetti:
- enti pubblici e loro associazioni;
- soggetti privati, tra cui aziende;
- organizzazioni internazionali.

Nome

Interreg ADRION

Descrizione ed obiettivi

ADRION è il programma dell’Unione Europea dedicato all’integrazione europea tra gli Stati, sfruttando le ricche risorse naturali, culturali e umane che circondano i mari dell'Adriatico e dello Ionio e rafforzare la coesione economica, sociale e territoriale nella zona coperta dal Programma.
Il programma ADRION prevede 4 differenti assi prioritari di investimenti:
1. Regione innovative e “smart”;
2. Regione sostenibile;
3. Connessioni della regione;
4. Supporto alla governance;

Rientrano nel programma le seguenti regioni italiane: Abruzzo, Molise, Puglia, Basilicata, Calabria, Sicilia, Provincia Autonoma di Trento e Provincia Autonoma di Bolzano/Bozen, Veneto, Friuli-Venezia Giulia, Lombardia, Emilia-Romagna, Umbria, Marche.
Gli altri Paesi coinvolti sono: Slovenia, Grecia e Croazia. Inoltre, sono coinvolti, ma solamente come partner: Albania, Bosnia e Erzegovina, Montenegro e Serbia.

Beneficiari

A livello generale, sono ammissibili i seguenti soggetti:
- enti pubblici e loro associazioni;
- soggetti privati, tra cui aziende;
- organizzazioni internazionali.

Nome

Interreg ITALIA-AUSTRIA

Descrizione ed obiettivi

Il programma promuove lo sviluppo equilibrato e sostenibile e l’integrazione armoniosa nell’area di confine tra Italia e Austria. Con questi fondi, il programma promuove progetti di cooperazione italiana-austriaca nel campo della ricerca e innovazione, natura e la cultura, espansione delle competenze istituzionali e lo sviluppo regionale a livello locale.
Interreg V-A Italia-Austria ha scelto quattro assi prioritari (PA):

  • Ricerca e Innovazione;
  • Natura e cultura;
  • Istituzioni;
  • Sviluppo regionale a livello locale.

Rientrano nel programma le seguenti province:

  • Alto Adige: Bolzano-Bozen;
  • Veneto: Belluno, Vicenza, Treviso;
  • Friuli Venezia Giulia: Pordenone, Udine, Gorizia, Trieste;
  • Carinzia: Klagenfurt-Villach, Unterkärnten, Oberkärnten;
  • Salisburgo: Lungau, Pinzgau-Pongau, Salzburg und Umgebung;
  • Tirolo: Tiroler Unterland, Innsbruck, Tiroler Oberland, Tiroler Unterland, Außerfern, Osttirol.

Beneficiari

A livello generale, sono ammissibili i seguenti soggetti:
- enti pubblici e loro associazioni;
- soggetti privati, tra cui aziende;
- organizzazioni internazionali.

Nome

Interreg ITALIA-SLOVENIA

Descrizione ed obiettivi

il Programma Interreg Italia-Slovenia sostiene i progetti per una crescita intelligente, sostenibile e inclusiva come prevista dalla strategia Europa 2020, investendo risorse significative sulla crescita e l'innovazione, sulla qualità della vita e la sostenibilità ambientale ed anche sostenendo una pubblica amministrazione più efficiente. Gli assi prioritari di intervento sono:

  • Promozione delle capacità d'innovazione per un'area più competitiva;
  • Cooperazione per la realizzazione di strategie per la riduzione delle emissioni di carbonio;
  • Protezione e promozione delle risorse naturali e culturali;
  • Rafforzare la capacità istituzionale e la "governance" transfrontaliera;
  • Assistenza tecnica

Rientrano nel programma le seguenti province italiane: Trieste, Gorizia, Udine, Pordenone, Venezia, Rovigo, Padova, Treviso, Ferrara e Ravenna.
Per la Slovenia rientrano: Goriška, Obalno-Kraška, Gorenjska, Osrednjeslovenska, Primorsko-notranjska.

Beneficiari

A livello generale, sono ammissibili i seguenti soggetti:
- enti pubblici e loro associazioni;
- soggetti privati, tra cui aziende;
- organizzazioni internazionali.

Nome

Interreg ITALIA-CROAZIA

Descrizione ed obiettivi

L'obiettivo generale del programma di cooperazione transfrontaliera Italia-Croazia è quello di aumentare la prosperità e il potenziale di crescita blu del territorio, stimolando partenariati tra i due Paesi. La posizione centrale del bacino dell’Adriatico (che interessano i modelli di trasporto e processi socio-economici nella zona di programma), il carattere marittimo di relazioni commerciali storici, l'attività congiunta di aree naturali e del patrimonio culturale, offrendo un vantaggio competitivo unico, l'importanza condivisa di economia rami che sfruttano le ricche risorse del mare a base di naturali sono campi illustrativo puntano ad un ruolo essenziale dell'economia blu e verde per la crescita regionale sostenibile nella zona di cooperazione.

  • Innovazione blu;
  • Sicurezza e resilienza;
  • Ambiente e Beni Culturali;
  • Trasporto marittimo.

Rientrano nel programma le seguenti province italiane: Trieste, Gorizia, Udine, Pordenone, Venezia, Padova, Rovigo, Ferrara, Ravenna, Forlì-Cesena, Rimini, Pesaro e Urbino, Ancona, Macerata, Fermo, Ascoli Piceno, Teramo, Pescara, Chieti, Campobasso, Foggia, Barletta-Andria-Trani, Bari, Brindisi, Lecce.
Per la Croazia possono partecipare i territori: Istarska Zupanija, Primorsko-goranska Zupanija, Karlovačka Zupanija, Ličko-senjska Zupanija, Zadarska Zupanija, Šibensko-kninska Zupanija, Splitsko-dalmatinska Zupanija, Dubrovačko-neretvanska Zupanija.

Beneficiari

A livello generale, sono ammissibili i seguenti soggetti:
- enti pubblici e loro associazioni;
- soggetti privati, tra cui aziende;
- organizzazioni internazionali.

Nome

Interreg SPAZIO ALPINO

Descrizione ed obiettivi

Il Programma Spazio Alpino 2014-2020 è un Programma transnazionale di “Cooperazione Territoriale Europea” e contribuisce al miglioramento della cooperazione tra le regioni europee.
Il Programma copre un territorio vasto, comprendente, oltre allo spazio alpino propriamente detto, anche una piccola sezione della costa mediterranea e di quella adriatica, di parti dei grandi bacini fluviali di Danubio, Adige, Po, Rodano e Reno, nonché delle regioni prealpine e di pianura.
Il programma è suddiviso in 4 assi:

  • SPAZIO ALPINO INNOVATIVO (suddiviso a sua volta in INNOVAZIONE TECNOLOGICA e INNOVAZIONE SOCIALE);
  • SPAZIO ALPINO A BASSE EMISSIONI DI CARBONIO (suddiviso a sua volta in STRATEGIE PER BASSE EMISSIONI DI CARBONIO e MOBILITÀ E TRASPORTO SOSTENIBILI);
  • SPAZIO ALPINO VIVIBILE (suddiviso a sua volta in PATRIMONIO NATURALE E CULTURALE e BIODIVERSITÀ ED ECOSISTEMI);
  • SPAZIO ALPINO BEN GOVERNATO

Gli Stati Membri e le Regioni partecipanti al Programma sono:

  • Austria: intero paese
  • Francia : Rhône-Alpes, Provence-Alpes-Côte d’Azur, Franche-Comté Alsace
  • Germania: distretti di Oberbayern and Schwaben (Bayern), Tübingen e Freiburg (Baden-Württemberg)
  • Italia: Lombardia, Friuli Venezia Giulia, Veneto, Trentino-Alto Adige, Valle d’Aosta, Piemonte, Liguria
  • Slovenia: intero paese.

Beneficiari

A livello generale, sono ammissibili i seguenti soggetti:
- enti pubblici e loro associazioni;
- soggetti privati, tra cui aziende;
- organizzazioni internazionali.